Dal soccorso sul campo a quello ‘simulato’: a Osimo la Gara Regionale targata Cri

Squadre composte da sei volontari di Croce Rossa Italiana si sfideranno nelle scene allestite tra le vie della città. Solo la migliore andrà alle nazionali a Reggio Emilia

18556754_1191727834282991_4130549947196087724_oUna domenica da non perdere. Il 28 maggio dalle 15 alle 18 arriva a Osimo la Gara regionale di primo soccorso. L’evento, organizzato dalla Croce rossa Regione Marche in collaborazione con il Comitato di Osimo, vedrà scendere in campo i volontari della Croce Rossa Italiana, provenienti da Marche, Veneto e Lombardia, che si sfideranno divisi in squadre da 6 componenti ognuna. Il percorso, che si snoda tra i vicoli e le piazze più suggestivi della città, sarà composto da almeno sei stazioni di prova, intervallate da altrettante stazioni di sosta, in cui verranno allestite scene, simulate, di primo soccorso, protezione civile a attività socio- assistenziali, area giovani e D.I.U. Ogni stazione di prova sarà diretta da un giudice master che valuterà il comportamento del caposquadra, coadiuvato dai giudici di prova, uno per ogni singola azione di soccorso. Nella valutazione verranno prese in esame le azioni di ogni singolo soccorritore, la correttezza delle manovre, l’etica dell’intervento e il tempo impiegato. Dalla somma dei punteggi accumulati su ogni singola prova risulterà un solo team vincente che rappresenterà la Regione Marche alla XXIV Gara Nazionale di Primo Soccorso che si terrà a Reggio Emilia. Per la manifestazione tra membri delle squadre, truccatori, simulatori, accompagnatori, giudici, logisti, ecc., saranno presenti circa 250 volontari. Lo scopo è quello di creare un importante momento formativo e di incontro tra i volontari. La gara, accessibile a tutto il pubblico, vuole essere, inoltre, un modo per coinvolgere ed educare i cittadini, mostrando loro come anche un piccolo gesto, a volte, possa essere fondamentale. La competizione, voluta dal Presidente della Croce Rossa Italiana Marche, Fabio Cecconi, è stata organizzata con il supporto di tutte le aree, in particolare dell’area salute che ha ideato e scritto tutte le prove.